mercoledì 23 luglio 2014

Blog di scienza. Cosa li differenzia dal giornalismo scientifico.

Qual è la differenza tra un blogger scientifico e un giornalista scientifico? Si riduce veramente solo a una differenza nel numero di battute, 500 per il blogger e 3000 per il giornalista, o è qualcosa di più?

La domanda non è banale. Spesso la differenza non è apprezzabile perchè, soprattutto nel nostro Paese, vi è un'inesplicabile tendenza, quando si scrive di scienza, a rifarsi agli standard del giornalismo.

Su questo argomento sono in molti ad interrogarsi e, come al solito, su Twitter gli spunti di confronto e conversazione non mancano, come questi raccolti da @jalees_rehman, blogger di Nature.

Gli spunti sono molti, tutti interessanti, ma alcuni secondo me riescono a individuare in modo abbastanza preciso questa differenza:
  • Un blogger è un esperto e ci si aspetta che dia un'opinione soggettiva sui fatti. Da un giornalista, al contrario, ci si aspetta che sia neutrale e oggettivo.
  • Un blog è una conversazione, può continuare anche dopo la pubblicazione del post e essere arricchito in seguito da commenti o correzioni
  • Blogger e giornalisti hanno motivazioni diverse: il blogger discute le implicazioni della ricerca scientifica, il giornalista cerca la notizia.
Inutile dire che queste affermazioni mi trovano d'accordo, in fondo cos'è un blog se non un luogo virtuale dove tenere traccia dei propri pensieri e condividerli con altri?



Ricevi gli aggiornamenti via email

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Master in Comunicazione delle Scienze Università di Padova
2014